La Fifa ha deciso: la Coppa del Mondo per club si farà tra Giugno e Luglio del 2021 in Cina. Il presidente Infantino e l’associazione hanno deciso alla fine per quella che era nella realtà dei fatti l’unica vera candidata. “Decisione storica” – commenta Infantino che prosegue – “Il nuovo torneo sarà una competizione che ogni persona, ogni bambino e chiunque ami il calcio attenderà con impazienza; che vedrà in campo i migliori club del mondo”. Alla fine del voto del consiglio direttivo della Fifa nella sua riunione trimestrale è stato reso pubblico quindi il nuovo evento quadriennale che sostituirà la Confederations Cup. L’annuncio era già stato dato a Marzo ma questa volta è arrivata l’ufficialità: la manifestazione si terrà ogni quattro anni e avranno diritto a parteciparvi 8 squadre europee, 6 del Sudamerica e 10 squadre provenienti dagli altri continenti.

Ogni continente potrà definire i propri criteri di qualificazione per l’accesso a questa nuova competizione. La nuova formula però ha creato qualche perplessità tra i club che si sono sempre schierati contro questo nuovo format: infatti con l’introduzione di un’ulteriore competizione, la stagione agonistica dei calciatori verrebbe allungata portando con sé tutti i problemi del caso. L’Eca, associazione dei principali club europei, ha scritto una lettera in cui afferma la disapprovazione da parte delle società e la minaccia di un possibile boicottaggio da parte delle stesse. Questa lettera sarebbe stata firmata, tra le altre, da Juventus, Real Madrid, Ajax, PSG, Barcellona, Bayern Monaco, Manchester United e Benfica. Il presidente della Juventus e dell’Eca, Agnelli commenta cosi: «È stato tutto approvato nel consiglio di marzo di quest’anno e lo sapevamo e sta facendo il suo corso. Il tema non è essere d’accordo o meno, è che a giudizio dei club europei il principale elemento cui la FIFA dovrebbe lavorare è il calendario internazionale. Una volta stabilito quello, si può pensare di introdurre nuovi competizioni o sostituire competizioni».